Cerca una parola
negli articoli
  Puoi leggere tutta la nostra raccolta
di articoli anche in quest'altra pagina
Sulla stampa...
30/06/2019
Grosseto – Robur Siena 0-3 (0-1)
Mini Coppa Passalacqua 2019 finale 1°-2° posto
GROSSETO: Bocchi, Schiattarella, Melfi, Nigido (24' st Mantiglioni), Passalacqua, Badia (31' st Galloni), Papini (24' st Rizzo Pinna), Di Chiara, Trombini (37' st Speroni), Cavallo (10' st Presicci), Stefi (34' st Russo). A disposizione: Canova, Fabbo, Calzolani. All. Gorelli – Ciolli.
ROBUR SIENA: Pignattai, Batoni, Pitti, Scartoni, Pugliese (17' st Volentieri), Amaddii (30' st Fineschi), Hilla (10' st Ghiozzi Pasqualetti), Pecci (10' st Cervone), De Dominicis, Mignani, Seghi (30' st Forni). A disposizione: Baldi, Cataldo, Pecciarini, De Carlo. All. Pericoli.
ARBITRO: Giordano (assistenti Marconi e Ginanneschi).
RETI: 15' Mignani, 14' st Cervone, 35' De Dominicis.
NOTE: espulso Di Chiara all'8' st per gioco pericoloso. Ammoniti Papini, Di Chiara, Mignani. Calci d'angolo 2-1. Recupero: 1' + 4'.

La Robur Siena ha alzato la 7^ minicoppa Bruno Passalacqua piegando (0-3) il Grosseto. Un successo meritato sul piano del gioco, basato sulla specifica superiorità singola, confortato da un insieme in grado di colpire, gestire e assorbire l'intensità dei biancorossi. Si, perchè il Grifone è stato bravo mettendo in difficoltà i bianconeri, lottando in ogni metro del sintetico, non mollando mai, nemmeno quando è rimasto in 10 per il rosso a Di Chiara arrivato all'ottavo minuto della ripresa. Per i ragazzi di Gorelli e Ciolli si è trattato di un esame di maturità sportiva sfociato in una sicura promozione collettiva da sviluppare in futuro. Sono stati 70' elettrizzanti, concreti, vissuti di fronte ad un pubblico corretto quanto caloroso. Seghi è il primo a indirizzare il pallone verso l'avversario, è il 7', traccia alta. Poi esce il Grifone, che guadagna una punizione dai 18 metri calciata altissima da Di Chiara. Al 13' Pignattai respinge un calcio piazzato sempre di Di Chiara, subito dopo l'estremo difensore bianconero è decisivo su un secondo tiro ravvicinato. Buon momento dei biancorossi. Bocchi al 14' deve uscire per risolvere si De Dominicis. E' il preludio del vantaggio ospite, che arriva sugli sviluppi di una punizione raccolta in area da Mignani. Il capitano difende la sfera, si gira trovando l'angolino alla destra di Bocchi, 0-1. Per il Grosseto è un momento moralmento grigio. Papini lo scuote al 21' con una ottima percussione conclusa con un tiro largo, di nuovo Papini in evidenza al 23', il pallonetto finale si adagia sulla parte superiore della rete. La difesa della Robur Siena si disunisce al 29' quando Pignattai sbaglia l'uscita facendosi sfuggire la palla, Cavallo è pronto al tiro, che viene deviato. L'intervallo dice che il Grosseto è in partita. Si inizia con l'azione personale di Trombini (1') il cui tiro termina fuori. Al 5' si fa luce Scaroni, il centrale difensivo parte dalla sua aerea, arriva in quella opposta con una progressione maestosa, azione che poi sfuma. E' l'ottavo quando Di Chiara entra a gamba tesa sull'avversario, l'arbitro Giordano alza immediatamente il rosso. Il Grosseto resta in 10. Il raddoppio giunge al 14' sotto forma di un bel diagonale di Cervone (classe 2006). Il Grifone lotta con orgoglio e agonismo contro tutte queste difficoltà. Al 35' De Dominicis sancisce la fine con un movimento e una conclusione da manuale del calcio. Vince la Robur Siena, com'era scritto.
g.m.
Letto 56 volte