Cerca una parola
negli articoli
  Puoi leggere tutta la nostra raccolta
di articoli anche in quest'altra pagina
Sulla stampa...
15/05/2018
Coppa Bruno Passalacqua, le pagelle di Atletico Grosseto – Paganico: Ferrini spacca la partita, Tronchi è un muro
CALCIO • COPPA PASSALACQUA •
Atletico Grosseto:

Michele Bromo 6: corre solo un rischio in uscita nel finale del primo tempo, ma peri resto è attento quando viene chimo in causa.
Bangoura 7: un’altra prestazione di livello in mezzo al campo. Si aiuta molto con il fisico, ma di testa sono tutte sue. E’ lì che l’Atletico Grosseto costruisce la vittoria. Sempre nel vivo del gioco.
Franci 6,5: dalla sua parte gioca Terrosi, lo controlla bene proponendosi anche in avanti. (dal 38’st Vitali:Sv)
Betti 5,5: lo si vede poco nel primo tempo, gioca in una posizione un po’ più avanzata rispetto alla linea dei centrocampisti, ma costruisce veramente poco. (dal 10’st Allegro 6,5: si piazza a destra, tiene bene la posizione proponendosi con costanza in avanti. Splendido il gol del 3-1, un missile terra aria che non lascia scampo a Francioli)
Diocou 6,5: positivo nella sua seconda apparizione. Si diteggia bene con il pallone tra i piedi, deciso e preciso anche in fase di interdizione.
Giorgi 6,5: salva un gol sulla linea evitando guai per la sua squadra. Quel salvataggio, è il crocevia della gara.
Barzagli 6,5: parte così così divorandosi un gol a tu per tu con Francioli. Rimedia siglando il gol che sblocca la gara. Generoso, svaria su tutto il fronte dell’attacco. (dal 25’st Ottaviani 6: a risultato acquisito, contiene bene le sortite offensive del Paganico sulla sinistra)
Fommei 5: lo si vede pochissimo sulla fascia destra. Nel primo tempo soffre e viene sostituito ad inizio ripresa. (dal 1’st Kellner 6,5: buon impatto sulla gara, si piazza davanti creando grattacapi continui alla difesa bianconera)
Mirko Bromo 6,5: comincia terzino per poi chiudere ala sinistra. Un jolly tutto fare che sa sia difendere sia attaccare, suo il gol del definitivo poker.
Tronchi 7,5: capitano difensore centrale con un inusuale 10 sulla schiena. Sforna l’assist da rimessa laterale per il primo gol, pesca Kellner in area in occasione del secondo siglato da Ferrini, insomma, nel numero non è assegnato a caso. Difensivamente non sbaglia niente.
Yildiran 5: una brutta copia del giocatore ammirato con l’Albinia. Un solo guizzo nei primi 45 minuti disinnescato da Francioli. Per il resto, combina poco. (dal 3’st Ferrini 7,5: è lui che spacca in due la partita. Gol, assist e tanti, tantissimi palloni toccati nella ripresa. Che impatto signori!)

Allenatori Riitano e Di Resta 6,5: la loro squadra soffre nel finale di primo tempo, ma nella ripresa dilaga con una maggiore tenuta fisica che alla lunga incide. Azzeccatissima la mossa di Ferrini.


Paganico:

Francioli 5: subisce 4 gol, sul primo e sul quarto poteva fare qualcosa di più non uscendo nella prima circostanza e venendo scavalcato troppo facilmente sull’ultima rete biancorossa.
Pippi 5,5: prova a farsi vedere in avanti con continuità ma i suoi traversoni non sono granché.
Muja 6: diligente sulla sinistra. Tiene bene la posizione proponendosi molto in avanti.
Marzocchi 6,5: della retroguardia difensiva è il più sicuro. Prova a caricarsi i suoi sulle spalle ma alla fine, si ritrova da solo contro tutti i giocatori dell’Atletico. Va vicino al gol in piazza circostanze su calci piazzati. (dal 34’stBoscagli:Sv)
Fazzini 5,5: più in difficoltà di Marzocchi, non sembra giocare con la lucidità che serve. Rischia di combinare un pasticcio quando manda in porta Barzagli (graziato). Peccato.
Pieri 6: prova a costruire qualcosa di interessate in mezzo al campo, molto cercato dai suoi compagni si fa sempre trovare al posto giusto.
Riccardo Rubegni 5,5: prova tanti spunti sulla corsia destra senza però creare grandi cose. Si procura il rigore del momentaneo pareggio giocando di astuzia.
Matteo Fabbrini 6: sicuramente l’ultimo a mollare assieme a Marzocchi, corre per tre uomini provando a recuperare palloni a destra e sinistra, ma spesso che lui, è troppo solo.
Terrosi 5: qualche fuga sulla corsia mancina, ma la sua partita finisce li.
Del Principe 6: è quello che sembra poter creare qualcosa di interessante là davanti. Suo il rigore realizzato poco prima dell’intervallo. Cala nella ripresa.
Federico Fabbrini 5,5: prova a combattere davanti ma Tronchi e Giorgi non gli lasciano nemmeno il tempo di respirare. Avrebbe due grandi occasioni ma non le sfrutta. (dal 25’st Avola 6: prova nel finale a costruire qualcosa davanti con qualche giocata di qualità)

Allenatore Cavaliere 5,5: peccato, la sua squadra non gioca male ma cala vistosamente fisicamente nella ripresa lasciando campo all’Atletico. Qualificazione ormai andata, proverà a non chiudere a 0 punti il girone sgambettando l’Albinia.

L'articolo su grossetosport.com



Roberto Balestracci
Letto 81 volte