Cerca una parola
negli articoli
  Puoi leggere tutta la nostra raccolta
di articoli anche in quest'altra pagina
Sulla stampa...
12/05/2018
Albinia, una vittoria di slancio
Coppa Passalacqua: i rossoblù di Fusini rimontano il doppio svantaggio e superano il Pitigliano



• GROSSETO

Con un’emozionante rimonta, l’Albinia supera il Pitigliano, scavalca in classifica i tufacei e si colloca in testa la girone con 5 punti non senza qualche protesta nei confronti della terna arbitrale.


Un’occasione persa per i ragazzi di mister Baldoni che all’intervallo erano andati a riposo con il doppio vantaggio: tutto faceva pensare ad una reazione della formazione del tecnico Fusini ma non ad un calo deciso degli avversari che capitolano di fronte ai colpi di Patané e compagni. Vantaggio-lampo per il Pitigliano al 2’: Guza lanciava Ballerini che infilava Garofani fra le inutili proteste di giocatori e panchina dell’Albinia per un presunto fuorigioco inizialmente segnalato dall’assistente Gentili ma non convalidato dal direttore di gara Argenti. L’Albinia non ci stava e sfiorava il pareggio al 12’con un cross di Bigliazzi che si schiantava sul palo a cui seguivano due opportunità per La Mantia che non centrava il bersaglio per milllimetri di testa e di piede. Poi la rete annullata: al 22’da Patané sinistro, Mengoni non tratteneva e Giannoni insaccava ma in dubbia posizione di fuorigioco. In uno dei capovolgimenti di fronte arrivava però il raddoppio di un cinico Pitigliano: al 27’Doganieri si destreggiava bene e serviva Ballerini: l’attaccante controllava e di sinistro superava Garofani per la sua doppietta personale. Patané di testa al 42’si vedeva annullata una rete (la seconda per l’Albinia) per una presunta infrazione fischiata sul portiere Mengoni. Passivo sicuramente troppo pesante per l’Albinia che iniziava con maggiore piglio la ripresa: al 5’giungeva il gol che accorciava le distanze al 50’: Guidotti commetteva fallo su Giannoni in area, dal dischetto l’attaccante albiniese trasformava. Il Pitigliano riprendeva a giocare ed a macinare occasioni ma senza la lucidità del primo tempo: la più clamorosa capitava sui piedi di Ballerini al 64’quando solo davanti a Garofani calcia clamorosamente alto di piatto destro. Ci pensava Giannoni a pareggiare al 72’: grande conclusione dal limite e gol. Sulle ali dell’entusiasmo, l’Albinia trovava la rete della vittoria a 6’ dalla fine: Patané era bravo a risolvere di sinistro un’azione rocambolesca in area pitiglianese. All’89’ palo esterno di Ballerini.




«È stata una grande impresa
I ragazzi meritano un applauso»


• GROSSETO

«È stata una grande impresa, in una gara difficile. La loro rimonta è stata da applausi, quello che hanno fatto in campo è davvero da esaltare così da meritare la prima pagina» .
Queste le parole di Luciano Fusini, tecnico dell’Albinia, dopo una gara pirotecnica in cui, alla distanza sono venuti fuori i valori dei suoi giocatori che ora vedono più da vicino i quarti di finale. Recrimina mister Emilio Baldoni, per non essere riuscita a mantenere un cospicuo vantaggio di due reti e anzi, facendosi rimontare e superare. «Il nostro difetto – dice – è quello di non aver chiuso la gara. Abbiamo avuto alcune occasioni per farlo sia quando eravamo ancora in vantaggio che dopo il pareggio ma per nostra imprecisione ma anche per sfortuna non ne siamo stati in grado. Prendiamo come esempio il palo colto da Ballerini a pochi minuti dalla fine».
Ora c’è l’ultima gara contro l’Atletico Grosseto da decidere il passaggio del turno. «Usciamo sconfitti– conclude – ma consapevoli che possiamo giocarcela ancora e alla pari contro il prossimo avversario» . (s.f.)
vedi l'articolo originale
Stefano Fabbroni
Letto 104 volte