Cerca una parola
negli articoli
  Puoi leggere tutta la nostra raccolta
di articoli anche in quest'altra pagina
Sulla stampa...
30/12/2017
Testa a testa tra le due fuoriclasse della Terza
San Quirico e Nuova Grosseto si giocano il campionato. Salvo: «Sono rimasto sorpreso dal Punta Ala»



• GROSSETO

Il campionato di Terza categoria è particolarmente interessante per il duello tra la capolista San Quirico e Nuova Grosseto. Attualmente i grossetani sono secondi in classifica con ventisei punti e a solo due lunghezze dal San Quirico. Vantano la miglior difesa avendo subito solo quattro reti e il secondo miglior attacco del campionato.
«Quest’anno il campionato mi sembra di ottimo livello – dice lo storico presidente Giovanni Salvo, in carica da 35 anni – con formazioni attrezzate per fare bene. La nostra squadra, è inutile nasconderlo, era stata progettata per un campionato di Seconda categoria in quanto speravamo in un ripescaggio che purtroppo poi non è arrivato. Quindi tecnicamente siamo di livello, anche se come vedo il San Quirico ha le carte in regola per giocarsi con noi la promozione diretta. La sorpresa per me è stata ad oggi il Punta Ala, una formazione da tenere sott’occhio».
La Nuova ha subito solo uno stop, subendo però tre reti contro il Real Castiglione. «Non è successo nulla di particolare – sdrammatizza mister Stefano Camarri – Nulla di particolare, non drammatizziamo è solo uno stop di percorso. Le partite sono fatte anche di episodi e noi non li abbiamo sfruttati a dovere; il Real Castiglione è stato bravo a sfruttare le occasioni che gli sono capitate e le ha concretizzate».
Siete una formazione con un organico importante e creata per vincere il campionato. Come vede adesso la situazione a quasi il giro di boa? È vero, l’organico che abbiamo è di tutto rispetto, forse ci manca qualche elemento in avanti in quanto siamo più risicati e soffriamo se non sono tutti disponibili. Poi che dire, per il resto c’è la giochiamo. Il campionato è ancora lungo e ci sono tantissime partite da disputare. Certo è che per l’organico che abbiamo avrei voluto essere quest’anno in Seconda invece che in Terza, in quanto secondo me è più difficile vincere un campionato come questo, e la Terza è difficile, che giocare per salvarsi in una categoria superiore ».
Alla ripresa del campionato vi aspettano due turni diciamo non facili, con Arcidosso e Campagnatico, poi nell’ultima del girone d’andata andrete a far visita al San Quirico. Sapremo quali saranno le vere potenzialità della Nuova oppure sarà solo un match importante, ma non fondamentale?
“Dopo la sosta invernale, si vedrà cosa potrà davvero dire la Nuova Grosseto in questo campionato. Io comunque sono fiducioso dei miei ragazzi, anche se dobbiamo volare bassi. Certo è che il 7 gennaio ad Arcidosso non sarà una passeggiata, sia per il clima invernale a cui andremo incontro, sia perché la formazione amiatina, secondo me, non ha ancora espresso tutte le potenzialità tecniche e agonistiche della vigilia. Una squadra da prendere con le molle. A San Quirico sarà invece una gara da tripla».

vedi l'articolo originale
Franco Ferretti
Letto 436 volte