Cerca una parola
negli articoli
  Puoi leggere tutta la nostra raccolta
di articoli anche in quest'altra pagina
Sulla stampa...
17/06/2017
Coppa Bruno Passalaqua, le pagelle della finale: capitan Martinacci sugli scudi; Nunziatini abbassa la saracinesca
CALCIO•COPPA PASSALACQUA•SETTORE GIOVANILE

Roselle:

Nunziatini 7,5: superlativo nel primo tempo a respingere sulla linea il secondo tentativo nel giro di pochi secondi di Porro; nella ripresa blinda il risultato dando sicurezza al reparto difensivo con uscite sicure e autorevoli. Vola nel finale sulla punizione di Grotti spegnendo le speranze rossoblù.
Cicerchia 6,5: De Luca non vede boccia dal primo all’ultimo minuto. Gioca una partita attenta senza badare troppo all’estetica preferendo allontanare le minacce piuttosto che rischiare.
Polidori 6,5: anche lui gioca una signora partita annullando Porro, l’unica sbavatura che poteva pesare è stata in occasione della doppia occasione capitata proprio al numero 7 minerario dopo un suo scivolone al limite, per sua fortuna è stato graziato.
Tuoni 7,5: anche stasera, è o-vun-que. Non sappiamo come faccia, sembra che in campo ci siano due numeri 4 in quanto su ogni pallone, lui c’è. Mostruoso.
Germinario 7: Loffredo chi? Gioca una partita sontuosa, marca da vicino l’attaccante avversario sapendo e temendo la sua fame di gol. Risultato? L’attaccante minerario tira una sola mezza volta in porta.
Majuri 7,5: insieme a Germinario forma la coppia di centrali più forte di questo torneo (e non solo). Stasera non sbaglia veramente nulla, il duello fisico con Loffredo lo vince più e più volte lui e con la rapidità di Russo inoltre, non va mai in difficolta. Difensore completo al quale si deve aggiungere anche una nota per l’impostazione palla al piede. Torneo superlativo il suo.
Laiolo 5,5: è vero, è quello che crea più occasioni e più scompiglio nella difesa ospite.. ma 3 occasioni nitide non sfruttate sono troppe per arrivare ad una sufficienza. Se ne divora 2 nel primo tempo clamorose, nel secondo Tostelli gli nega il gol sulla linea. Incisivo ma non decisivo (dal 24’st Ferrari 6: stasera entra bene in partita dimostrando tutte le sue qualità tecniche con le quali fa sparire il pallone agli avversari)
Martinacci 8,5: il voto non è tanto per la consueta partita di sacrificio e di qualità annessa al gol decisivo dal dischetto, bensì il voto va ad una stagione vissuta da assoluto protagonista: 2° posto nei regionali con ben 8 reti segnate da capitano, presenze in eccellenza con la prima squadra del Roselle e la vittoria del torneo più prestigioso della nostra provincia. Stagione da sogno, rammarico perché potrebbe essere stata la sua ultima apparizione.. che il futuro ci riservi sorprese? (dal 37’st Cappuccini: Sv)
Bucci 6: gioca una partita da falsa punta, viene spesso incontro ai suoi per far salire la squadra lasciando spazi alle sue spalle utili per gli inserimenti di Laiolo e Bicocchi. Tira raramente in porta, ma stasera serviva un altro tipo di lavoro.
Bicocchi 6,5: non segna, ma è sempre al posto giusto al momento giusto. Prova più volte la conclusione senza successo, utile sulle palle ferme con la sua fisicità e il suo stacco imperioso. Prestazione non troppo esaltante ma positiva coronata con la vittoria del titolo di capocannoniere del torneo con 8 reti davanti a Loffredo.
Facondini 7: che partita! Non molla mai un centimetro che sia uno, quando ha la palla tra i piedi sa sempre cosa fare scegliendo la scelta più accurata. In semifinale si era risparmiato i colpi per stasera, andando a completare un trio di centrocampo da urlo!
Allenatore Consonni 7: è la sua vittoria, è la vittoria della sua squadra fatta a sua immagine. Lottare dal primo all’ultimo minuto, verticalizzare quando c’è da verticalizzate e ragionare quando c’è da abbassare i ritmi. Il Gavorrano crea poco anche grazie ad una difesa stasera perfetta. Che stagione anche per lui alla prima!

Gavorrano:

Di Iorio 5: stranamente insicuro questa sera, nel primo tempo la sua porta è un tiro al bersaglio ma di interventi veri non ne deve compiere, nella ripresa in occasione dell’episodio da rigore ha un incertezza antecedente sull’uscire oppure no, Laiolo tenta il pallonetto (poi salvato da Tostelli) ma sulla palla vagante arriva il rigore. Perché non è uscito?
Potini 4,5: la scorsa partita non aveva giocato bene ma era stato graziato da Lopez, stasera affonda. Bucci – Laiolo – Bicocchi gli fanno vedere le stelle, causa il rigore dell’unico gol della serata con un tocco di braccio. Malissimo.
Benocci 4: stranamente impreciso, si vede la buona volontà nel cambiare passo e marcia, ma troppo spesso sbaglia la misura del passaggio vanificando tutto. Prende una brutta botta al naso da un suo compagno che lo manda in tilt, viene espulso per un calcione rifilato a Polidori dopo un fallo. Atteggiamento sbagliato che compromette buona parte di gara.
Montani 5: stasera non riesce a ripete la buona prova espressa in semifinale. Contro il centrocampo avversario c’è poco da fare se non si ha corsa e spirito di sacrificio. Partita di continua sofferenza la sua (dal 18’st Ventuelli 5,5: entra ma la sostanza non cambia, il Gavorrano crea poco e nulla nel finale senza mai andar vicino al pari)
Tostelli 5: un salvataggio sulla linea non lo possono salvare da una partita in continuo affanno contro Bucci e co. Laiolo gli va via spesso e volentieri e in occasione del lancio per lo stesso Laiolo prima di salvare il pallone sulla linea di porta.. lui dov’era?
Grotti 6,5: il più positivo de suoi, ha Voglia di mettersi in luce, porta bene palla cercando poi la giocata nell’ultimo quarto di campo. Propositivo e determinato, predica però nel deserto.
Porro 5: discontinuo, alterna buone giocate a giocate senza senso. Sfiora il gol in due circostanze ravvicinate trovando prima il palo e poi una pronta respinta di Nunziatini. Altra serata no per lui (dal 44’st Corradi: Sv)
Zaccaria 5,5: anche lui molto ma molto sottotono. Sbaglia tanti palloni nel primo tempo, si vede che la giocata è sempre lì pronta per essere scartata ma stasera il colpo gli rimane in canna e la sua squadra ne risente eccome.
Loffredo 4,5: ma era lui in campo? Trova due difensori che lo guardano a vista e che non gli concedono un centimetro. Ha solo una mezza opportunità nel primo tempo, poi per il resto, viene sempre anticipato e sovrastato.
Gabriele Russo 5: parte bene, propositivo e con tanta voglia di fare, quando si rende conto che Loffredo stasera non c’è si eclissa pure lui finendo con l’ingabbiassi tra Germinario e Majuri.
De Luca 5: mai uno spunto e mai una giocata vincente. Si trova spesso fuori posizione lasciando Grotti 1 Vs 2 spesso e volentieri (dal 10’st Muzzi 5: non dà il cambio di marcia che mister Luzzetti si aspettava. Anche lui sbatte più vuole contro il muro alzato dai termali davanti a Nunziatini senza creare mai nulla di interessante)
Allenatore Luzzetti 5: sembrava nervoso e preoccupato, le sue preoccupazioni sono diventate realtà. Non trova il bis dopo il successo dell’anno scorso, la sua squadra crea poco con il Roselle che vince la partita soprattuto a centrocampo. Rammarico.



L'articolo su Grosseto Sport
Roberto Balestracci
Letto 637 volte